@2024 Archivio Vettor Pisani.

L’ Archivio

L’Archivio Vettor Pisani è un’Associazione Culturale, nata a Roma per volontà di Mimma Pisani, moglie dell’artista, il 6 luglio 2016 con l’obiettivo di Tutelare, Valorizzare e Promuovere l’opera autografa dell’artista e di ricostruirne il pensiero sulla base di documenti probanti, perseguendo qualsiasi abuso o illecito ai suoi danni ed esercitando ogni azione legale volta alla sua tutela.

L’attività di archiviazione si colloca nella prospettiva del Catalogo Ragionato della produzione dell’artista ed è destinata a garantire sia l’attività di ricerca e di studio, che quella della circolazione di opere autentiche a profitto e difesa di collezionisti e mercanti.

L’archivio, dopo la morte di Mimma Pisani, suo primo Presidente è attualmente presieduto da Luciana Pisani, sorella dell’artista ed è diretto dalla storica dell’arte Giovanna dalla Chiesa. 

Il Consiglio Direttivo è composto da persone che hanno collaborato strettamente con l’artista: Massimiliano Chialastri, Serafino Maiorano, Giovanni Pugliese, Gaia Riposati, oltre che da Luciana Pisani, da Giovanna dalla Chiesa, e dall’avv. Lorenzo Caravella.
Consulente per la fotografia e l’immagine è il dott. Matteo Giacomelli. 
Il Comitato delle Perizie, oltre al Presidente e al Direttore, è formato da Serafino Maiorano e Daniele Jost, a lungo collaboratori dell’artista; esso si avvale inoltre della consulenza di diversi esperti, specialisti e studiosi a seconda delle tipologie e dei periodi esaminati, per poter raggiungere i risultati più soddisfacenti. 
 
L’Archivio Vettor Pisani intende valorizzare i propri documenti e accrescerne la consistenza, si propone di svolgere attività formativa, collaborando con Istituzioni pubbliche e private, e Università italiane e straniere.
L’archivio ha fra le sue finalità quella di promuovere la sensibilizzazione ai modelli del pensiero contemporaneo e attraverso la collaborazione con l’Associazione Virginia Art Theatrum, per la salvaguardia della Casa Museo di Serre di Rapolano (Siena), intende contribuire all’approfondimento delle fonti della cultura simbolico-archetipica, della scienza, delle religioni e del mito andando alla ricerca del sostrato comune al sapere dell’uomo, in linea con le concezioni dell’artista.